Riziki

gennaio 28th, 2011

L’associazione Riziki promuove un equilibrio, dal punto di vista personale, sociale ed ambientale.

Riziki è una parola in Kiswahili, “la lingua della costa” che mette in comunicazione vari gruppi etnici dell’africa dell’est: una sorta di Esperanto africano. Vuol dire “ciò di cui le persone hanno bisogno”, “pane quotidiano”, ma anche “la comunità che circonda”.

Riziki ad Haiti: il progetto Dalla parte dei Bambini >>

Read the rest of this entry »

I lavori di costruzione del Foyer sono terminati!

settembre 24th, 2012

Ciao a tutti.e,

rientrata da Haiti da qualche settimana, ho aspettato prima di scrivere perché volevo darvi la bella notizia. E finalmente è arrivata:

I lavori di costruzione del Foyer sono terminati!

Guardate questo link per vedere quel che è stato fatto quest’estate.

https://picasaweb.google.com/112685499590440259661/GliUltimiLavoriDellEstate?feat=flashalbum#5784343739534422690

E riporto anche le parole di Valeria e Tiziana di Architettura Senza Frontiere Piemonte, che descrivono il loro arrivo al Foyer:

Arrivate dalla strada principale su una moto scalcagnata siamo entrate nel magico mondo del Foyer. Si bussa e quando si apre il cancello una sensazione di benessere e serenità ci avvolge. I bambini, prima guardinghi, si scatenano poi in grandi dimostrazioni d’affetto. E anche noi, all’inizio quasi incapaci di esprimere bene le nostre sensazioni, dopo qualche minuto ci siamo lasciate trasportare ed abbiamo passato una giornata fantastica, quasi come se ci conoscessimo da sempre. I bambini sono molto piccoli e nella loro fragilità hanno ben chiaro che ciò di cui hanno bisogno è il contatto umano.

Valeria e Tiziana

——-

Read the rest of this entry »

Reiki nella casa di riposo di Mestre-Carpenedo

marzo 12th, 2012

Il 22 marzo inizia una nuova esperienza:

Reiki nella casa di riposo di Mestre-Carpenedo (Venezia).

L’accordo prevede un corso per 6-8 operatori del centro e successivamente corsi appositamente studiati per gli anziani ospiti della casa.

E’ previsto un monitoraggio dei risultati attraverso questionari pre-corso, post corso e a sei mesi.

La casa di riposo darà un contributo di 15 euro a partecipante che sarà utilizzato per il sostegno del progetto “A partire dai bambini”.

Si sta valutando la possibilità di realizzare anche un servizio di volontariato reiki in casa di riposo.

Se siete interessati a partecipare scrivete a alessiamaso@gmail.com.

Da più di un mese i bambini si sono trasferiti….. GRAZIE

dicembre 5th, 2011

Da più di un mese i bambini si sono trasferiti….. GRAZIE

da haiti – 18 settembre 2011

settembre 19th, 2011
Ciao a tutti.e,
arrivata ad Haiti, vi scrivo quasi subito proprio perchè sono partita con le voci di tanti e tante che mi accompagnavano… e allora mi piace restituirvi quel che vedo, perchè lo scambio continui.
La situazione qui non è cambiata molto. Ancora polvere dappertutto, ancora sassi e detriti su tutti i marciapiedi, nella capitale e a leogane. Tanti lavori di costruzione-ricostruzione, tante braccia e gambe in costante movimento.
Tanta fatica sul viso delle persone.
Ma prima di tutto vi racconto del Foyer: i bambini sono come sempre tranquillissimi. Qualcuno è andato nella propria casa per un po’, la famiglia (allargata) in questo periodo ha meno lavoro ed è disposta a riprenderlo, e Myrtha cerca di favorire il rientro in ogni modo, anche perchè al momento non ha fondi sufficienti per far fronte alle tante spese… Una bambina piccola, arrivata inizialmente denutrita, sembra proprio essere tornata a casa in modo definitivo… spero che stia bene e che la tengano davvero, sarebbe bello!

GASati FORTE: 11 settembre / continua la raccolta fondi a Marghera

settembre 5th, 2011

la costruzione del foyer:

agosto 27th, 2011

la costruzione del foyer:

foto del Foyer di Leogane

agosto 16th, 2011

Riziki è impegnata nel costruire una casa per questi bambini che vivono a Leogane nel Foyer d’accueil aux enfants demunis d’Haiti.

_

A che punto siamo con la costruzione?

agosto 16th, 2011


La casa per i bambini e le bambine del Foyer sarà presto abitabile! Prevediamo il trasferimento a settembre, per tante diverse ragioni: l’ultima che ci ha fatto tremare era l’arrivo di Emily, tempesta tropicale che ha messo tutti in allarme. Andrea l’architetto italiano, ha passato due giorni ha “sistemare i buchi” della casa dove abitano i bambini, perché siccome c’era una scala aperta che dava sul tetto (che in passato era il secondo piano) si rischiava di avere la cascata dentro casa…  Fortunatamente Emily si è “trasformata” e dissolta prima di raggiungere Leogane. Ma abbiamo avuto paura, e allora ancora una volta, quella fretta che tanto ci sta stressando ci sembra doverosa. E continuiamo ad averla, nonostante non ci piaccia proprio!

___

Il progetto è a buon punto,si stanno alzando i muri, la struttura della casa è pressochè finita, insomma c’è ancora da fare, ma si va avanti bene!  E il cantiere è uno spettacolo. Oltre ai 10 operai ci sono 31 volontari al momento, che si danno i turni e che vengono a lavorare per due ragioni: hanno capito che a beneficiare del progetto saranno solo ed esclusivamente i bambini e le bambine del Foyer e sono motivati ad imparare un mestiere, che poi potrà dar loro lavoro. Ed è proprio vero che finito il cantiere potranno lavorare, perché il settore dell’edilizia, in questo momento, è in grande espansione, e si cercano operai specializzati, e Ray il capocantiere, è un grande insegnante, oltre che un ottimo lavoratore. Forse impiega più tempo a seguire gli operai, piuttosto che a lavorare, ma questo va bene, se ci poniamo come obiettivo anche quello di formare 30 persone. “Il lavoro è il problema più grande di Haiti, non il terremoto”. Questo hanno detto i tanti Consiglieri di Zona che abbiamo formato durante le ultime settimane ad Haiti. Ed è certamente vero, non solo ad Haiti. Quindi lavorare in quest’ottica è davvero significativo.

Quali altre le novità:

Read the rest of this entry »


thomas davisthomas davis